Ritorna al sito

L’organo

Opera . di Pasquale. de Rossi, . organaro della vicina città di Giovinazzo, fu realizzato nel 1827 ed è un pregevole esempio di Organo Positivo Italiano. Perfettamente funzionante è situato all'interno di una cantoria, sita sul retroporta dell’accesso principale della chiesa. La cassa armonica staccata dalla parete, consta di due parti ed è amovibile. La zona inferiore racchiude i mantici e la meccanica del tiranti della pedaliera che consta di 8 tasti mentre, la parte superiore accoglie l’apparato fonico. Il prospetto presenta due campate a profilo piatto, delimitate da paraste scalanate che si completano con festoni ad intaglio ed una indoratura nella luce dei fornici. Completa il tutto una trabeazione modanata. Sulla facciata le canne sono sistemate in due gruppi di nove per cui nel complesso si ha 9 + 9 (18) formanti un’unica cuspide al principale Fa # 2. Sono ovviamente presenti la tastiera e il registro, comandato da una serie di tiranti a pomello, disposti su due file. Restaurato nel 1963 ad opera della ditta Ruffatti di Padova presenta, allo stato attuale, il completo rifacimento della pedaliera.


- Testo a cura del prof. Nino Del Rosso.
- Foto a cura del dott. Franco Stanzione.
N.B. - Tutte le foto sono proprietà esclusiva dell' autore dott. Franco Stanzione ed è vietato riprodurle senza il suo consenso e/o omettendo di citarne la fonte.

Ritorna al sito

Visualizzazioni totali